Whatmatters

Tesi di ricerca Whatmatters – Economia Circolare & skiboots

Sommario. Whatmatters si è data come impegno quello di condividere prospettive ed esperienze con le nuove generazioni interessate ai temi ESG. E’ il caso di diversi progetti di tesi incentrate sulla sostenibilità e sviluppate attraverso progetti di stage all’interno di WM o sotto la supervisione dei fondatori/docenti Marco Brusati e Pierdavide Montonati.Oggi diamo spazio a Mariagiulia Martignago, che si è occupata di approfondire il tema dell’economia circolare applicato agli scarponi da sci. Per approfondire leggi l’articolo che segue La “domanda di ricerca” Il lavoro esplora come l’economia circolare possa essere applicata al mondo delle calzature da sci. Infatti, sostenibilità ed economia circolare sono due approcci sempre più presenti nel mondo aziendale, e non è da meno il settore dell’abbigliamento sportivo e delle attrezzature per gli sport invernali, dove il pensiero circolare sta diventando un motore di differenziazione e un driver di innovazione. In particolare, le aziende che producono calzature e attrezzature per sport invernali identificano quattro misure ancorate ai modelli di business dell’economia circolare: ottimizzazione dei cicli tecnici logiche di product as a service (implementazione di sistemi che favoriscono noleggio o leasing) ri-utilizzo/revamping di beni e prodotti sottoutilizzati. Partnership lungo la catena del valore per attivare pratiche sostenibili Il progetto Life Reskiboot Il contesto L’economia legata agli sport invernali in Europa è particolarmente dinamica. Nonostante il crollo del mercato durante “lo stop” legato al Covid-19, con ripercussioni sulla stagione invernale 20/21, il numero di sciatori UE rimane molto alto (65 mln.), con una tendenza destinata a crescere. Da anni le aziende europee mantengono la leadership nella produzione di scarponi da sci, con un 98% del totale dei prodotti realizzato all’interno dei confini UE. L’industria ha iniziato a fornire prodotti sostenibili e di alta qualità destinati a consumatori che richiedono prodotti comodi, durevoli, rispettosi dell’ambiente e con buone prestazioni. Per mantenere la propria posizione sul mercato, raggiungere nuovi clienti e ottimizzare i processi produttivi, le aziende stanno implementando nuovi modelli produttivi secondo una visione verde. Il Caso Dal Bello Ltd: il progetto RESKIBOOT Nella transizione verso un modello produttivo sostenibile, le partnership e le collaborazioni lungo la catena del valore sono centrali. Così Dal Bello si sta muovendo lungo questo tracciato assieme a sei diversi partner provenienti da diversi ambiti di competenza (da quello produttivo, a quello dei servizi, per arrivare a quello universitario e della ricerca). L’idea progettuale, partita da un’analisi degli impatti del settore (3,5 mln di scarponi finiscono in discarica ogni anno dopo una vita utile di 4 anni; 9,4 mln di kg di materie prime vergini utilizzate ogni anno nei processi produttivi, da cui si sprigionano circa 38.000 tonnellate di gas ad effetto serra), verte su differenti assi ed obiettivi: Commercializzare scarponi da sci di alta qualità composti per il 90% da materiali riciclati. Utilizzare un sistema di smistamento per separare le varie componenti del prodotto con massima efficienza Ridurre gli scarti di lavorazione (40% per i liner), con riduzione del costo di produzione del 7%/coppia. Sviluppare un sistema di restituzione dei noleggi semplice e chiaro, oltre che un servizio di riutilizzo dei prodotti noleggiati (es. riutilizzo della scocca e sostituzione con materiali riciclati della scarpa interna). Stabilire nuovi standard di sostenibilità all’interno del mercato. Operativamente, il progetto è partito da una re-ingegnerizzazione dello scarpone in un’ottica “circular by design”, per renderlo facilmente separabile e riciclabile nelle sue differenti componenti soft e hard ed allungare la vita utile dello stesso prodotto, abilitare l’utilizzo di materie prime seconde per nuovi prodotti/processi produttivi, minimizzare gli scarti dei processi produttivi primari. L’obiettivo dell’azienda è quello di commercializzare entro il 2027 oltre 13.000 paia di scarponi circolari. Per maggiori informazioni: Ellen MacArthur Foundation. (2020). The EU’s Circular Economy Action Plan. Setting the world’s largest single market on a transition towards a circular economy. URL: circulareconomy.europa.eu/platform/sites/default/files/eu-case-study-june2020-en.pdf. European Commission. (2019). Communication from the Commission to the European Parliament, the European Council, the European Economic and Social Committee and the Committee of the Regions. The European Green Deal. Brussels. Ioannou I., Serafeim G. (2021). Corporate Sustainability: A Strategy? Harvard Business School. Dal Bello. (2023). www.dalbello.it/en/. District of Sportsystem Montebelluna and Asolo.  www.montebellunasportsystem.com/. Ellen MacArthur Foundation. (2022). ellenmacarthurfoundation.org/. European Commission. (2023). commission.europa.eu/index_it.